Arthur da 110: dalla rottura col Barça alla rinascita con la Juve

Iscriviti
ARTHUR
© foto www.imagephotoagency.it

Dalla rottura con il Barcellona alla rinascita con la Juve: così la “cura Pirlo” ha ridato entusiasmo ad Arthur

Andrea Pirlo appare sereno, soddisfatto e poco stupito dalla prestazione dei suoi e soprattutto di quella di Arthur nel post Juve Cagliari. pirlo
«È il giocatore che ci aspettavamo, veniva da un campionato diverso, ci vuole un po’ di ambientamento anche per il modo di allenarsi. Ha avuto un periodo iniziale dove giocava e non giocava, adesso sta molto meglio ed è importante per il nostro modo di uscire palla al piede, dà grande sicurezza» dice il tecnico bianconero. Nessuna sorpresa, dunque, per il Maestro, che si aspettava proprio gare di quello livello dal brasiliano, che dopo un’estate difficile è rifiorito con la Juve.

La rottura col Barça, la Champions saltata e il procedimento disciplinare: l’estate difficile del brasiliano

Dopo aver accettato, non senza qualche riserva, il trasferimento alla Juve, Arthur è rientrato in Brasile al termine del campionato. arthur
Ad agosto, però, il centrocampista sarebbe dovuto scendere in campo con i blaugrana per la Champions League, ma dal suo Paese d’origine ha comunicato la sua volontà di non tornare in Spagna e di non prendere parte alla competizione europea. Il numero 5 bianconero aveva chiesto al club spagnolo la risoluzione del contratto con qualche settimana d’anticipo, ma la società blaugrana non ha voluto sentir ragioni, aprendo un procedimento disciplinare contro il giocatore. Un’estate nera, dunque, per il brasiliano, arrivato alla Juve dopo la battaglia con la società allora guidata da Bartomeu.

Arthur alla Juve, un inizio difficile e poi la rinascita (con tanto di conquista del Brasile)

Dopo un inizio difficile, nel quale è stato impiegato poco da Pirlo, Arthur si è preso pian piano il suo spazio, diventando determinante per il centrocampo bianconero. arthur
Il centrocampista si è dimostrato un vero e proprio play ma allo stesso tempo un jolly, in grado di ricoprire più ruoli, tutti con la stessa efficacia. La crescita, sotto gli occhi di tutti, gli è valsa la chiamata in Nazionale, ma non solo. Il centrocampista ha conquistato la fiducia del ct Tite, ripagandola con un gol importantissimo segnato all’Uruguay nel match di Qualificazione ai Mondiali 2022. Un segnale importante: dopo la Juve, si è preso anche il Brasile.

Juve Cagliari, Arthur da 110 (e lode): la grande prestazione del centrocampista

Tra le tante buone notizie che Andrea Pirlo ha potuto estrapolare da Juve Cagliari, c’è senza dubbio la prestazione di Arthur. juve arthur melo
In 86 minuti giocati, il centrocampista ha giocato 110 palloni: in campo solo Cuadrado ne ha toccati di più, 123. I passaggi riusciti sono 96, il 94 percento. Emblematico il dato che riguarda i passaggi in avanti: sono ben 53, un numero che dimostra quanto il brasiliano sia importante in fase d’impostazione del gioco. Come se non bastasse, il giocatore della Juve ha effettuato anche 5 recuperi. Una gara quella contro i rossoblù che ha dimostrato, ancora una volta, il grande valore del giocatore brasiliano, e che gli è valsa i complimenti di esperti del settore, da Vieri ad Adani.

La rinascita porta la firma di Andrea Pirlo

Gran merito della rinascita di Arthur è di Andrea Pirlo, che ha dato al centrocampista i giusti consigli per risultare fondamentale nella linea mediana e la fiducia della quale aveva bisogno. arthur
«Pirlo ha sempre parlato con me. Ha fiducia in me. Farò il possibile per ripagarlo in campo» ha dichiarato il brasiliano. Il resto lo ha fatto l’ambiente, che con l’arrivo del nuovo tecnico ha ritrovato entusiasmo e voglia di divertirsi. Arthur aveva bisogno di serenità per dare il meglio, e in bianconero sembra davvero rinato. Pirlo chiede ai suoi di divertirsi con la palla tra i piedi, e il brasiliano sembra aver recepito davvero il messaggio. Voto 110… E lode!

LEGGI ANCHE: Juve Cagliari, gli inserimenti di Rabiot sono decisivi

Condividi