Connettiti con noi

News

Dal record del 17/18 al flop di quest’anno: storia delle partenze di Dybala

Pubblicato

su

Le partenze di Paulo Dybala nei suoi anni alla Juventus. Dal record del 2017/2018 al flop di quest’anno: i numeri della Joya

Paulo Dybala non è stato molto fortunato in questo avvio di stagione. Ci si aspettano sempre grandi cose dal numero 10 della Juventus ma sin qui la Joya non ha avuto modo di sprigionare il suo grande talento. Reduce da un’ottima stagione chiusa con 17 gol, l’attaccante argentino ha iniziato la nuova annata in ritardo a causa di un infortunio rimediato contro il Lione ad agosto. Quell’infortunio gli ha complicato le cose in avvio, senza dimenticare i problemi gastrointestinali accusati a ottobre durante il viaggio in Argentina con la Nazionale. Un inizio a scoppio ritardato per l’attaccante della Juve che sin qui ha collezionato 4 presenze per un totale di 270 minuti ma senza lasciare il segno: 0 assist e 0 gol, quello di quest’anno è il peggior inizio di stagione della Joya da quando veste la maglia bianconera. Qual è stato l’andamento di Paulo nelle scorse stagioni dopo 8 giornate?

L’andamento di Dybala al primo anno con la Juve dopo 8 partite

Paulo Dybala è arrivato alla Juventus nel 2015/2016 ed è stato un giocatore in continua evoluzione e discussione. Si è sempre parlato tanto del suo ruolo, del suo rendimento, del suo utilizzo. Al primo anno con Massimiliano Allegri, dopo 8 partite stagionali, il giocatore era sceso in campo per 361 minuti, realizzando 3 gol e sfornando un assist. Il primo gol all’esordio nella finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio ad agosto. In campionato si inizia con la panchina contro l’Udinese e ‘soli’ 26 minuti in campo contro i friulani. Poi titolare contro Roma e Chievo Verona e 2 gol. Arriva la Champions, soli 12 minuti nel successo in casa del Manchester City per 1-2, poi panchina, senza mai entrare con il Genoa. Quarantacinque minuti senza incidere con il Frosinone, 70 con il Napoli con un assist. Chiuderà la prima stagione con 23 gol, 7 assist in 46 presenze e 3.109 minuti giocati.

L’andamento di Dybala nel 2016/2017 e nel 2017/2018 tra luci e ombre

Nella stagione del 2016/2017 il minutaggio iniziale aumenta e di tanto. Dybala colleziona 597 minuti ma il rendimento è molto simile al primo: solo 2 assist e una rete con la maglia della Juventus nelle prime 8 gare stagionali. Inizio balbettante in campionato per la Joya con Allegri che gli concede grande fiducia, tirandolo fuori praticamente nel finale di gara ma il gol non arriva: solo 2 assist contro Lazio e Sassuolo alla seconda e alla terza giornata, poi la panchina alla sesta contro il suo ex Palermo. Per la prima marcatura bisogna attendere la gara di Champions League, alla seconda giornata, contro la Dinamo Zagabria, il 27 novembre. Dybala chiuderà il secondo anno alla Juve con 19 gol, 8 assist in 49 presenze e 3.370 minuti. Il terzo anno è il migliore con un inizio da record. Dybala fenomenale con 10 gol nelle prime 8 gare giocate e 646 minuti (non ripeterà più quei numeri in termini di gol e in termini di minutaggio). E’ Dybala show soprattutto in campionato. In Champions non trova il gol contro Barcellona e Olympiacos (resterà a secco fino agli ottavi contro il Tottenham, unico timbro stagionale europeo) ma in campionato segna la bellezza di 10 gol in 6 giornate con due triplette contro Genoa e Sassuolo e una doppietta alla sesta contro il Torino. Dybala chiuderà la sua annata migliore in termini numerici con 26 reti, 7 assist e 3.378 raccolti in 46 presenze.

Partenza diesel nelle stagioni 2018/2019 e 2019/2020

Tutti si aspettano sempre tanto da Paulo Dybala. Nel 2018/2019 la speranza è quella di ripetere la scoppiettante stagione dell’anno prima ma i risultati non sono gli stessi. Paulo colleziona 460 minuti nelle prime 8 gare stagionali, timbrando il cartellino per 4 volte. Stavolta, a differenza dell’anno prima, l’avventura in Champions inizia con la panchina col Valencia ma soprattutto con la tripletta allo Young Boys. In campionato non incide nelle prime 5 giornate, bisognerà attendere la 6ª, contro il Bologna, per il suo primo gol. Chiuderà la stagione con 10 gol totali, 5 in campionato e 5 in Champions, 2 assist e 2.820 minuti giocati in 42 presenze stagionali. La peggior stagione di Dybala alla Juve. Nel 2019/2020 le cose in partenza non vanno meglio e i numeri sono simili a quelli attuali. Solo 273 minuti giocati con Sarri in panchina ma tre assist per la Joya. Due panchine in campionato nelle prime tre contro Parma e Fiorentina, 14 minuti nel mezzo contro il Napoli. Poi in campo contro Verona, SPAL e Brescia e due assist contro le ultime due. In Champions un assist nei 7 minuti giocati contro il Leverkusen. Chiuderà l’annata con 17 reti, ben 14 assist, in 46 presenze per un totale di 2.910 minuti giocati.

LEGGI ANCHE: Dybala bacchettato dopo Spezia-Juve: i giornali lo criticano così