Guarino: «Segnale forte, risultati conseguenza del lavoro» – VIDEO

Rita Guarino, coach della Juventus Women, ha parlato dopo la vittoria in Serie A femminile contro la Fiorentina

(Mauro Munno inviato al Piola di Vercelli) – In zona mista è intervenuta Rita Guarino nel post partita di Juventus Women Fiorentina. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

ANALISI«Quando vinci partite così importanti il segnale è forte. Come sempre, dobbiamo guardare a noi stesse».

DOMINIO«Partite come queste bisogna imparare a chiuderle prima. Qualche volta ci ha detto male con le traverse, altre siamo state un po’ troppo leggere. Bisogna chiuderle, altrimenti il rischio è troppo alto».

ALTE MOTIVAZIONI – «Il nostro obiettivo primario è quello di fornire prestazioni. Vogliamo migliorarci nel quotidiano, sia come staff, sia come giocatrici. Noi lavoriamo su quello: a volte i risultati sono conseguenze a volte meno. Portare a casa i risultati significa che ci concentriamo sulle nostre prestazioni».

SALVAI«Sembrant sta facendo bene, così come tutta la squadra. Il rientro di Salvai ci fornirà ulteriori possibilità all’interno della squadra. Siamo contenti del suo rientro e presto inizierà a fare il suo minutaggio».

ALUKO«Rincresce tanto il suo addio, che ha dato tanto alla Juve. Siamo costrette ad andare avanti. Guardiamo ora alle giovani che hanno bisogno di fare esperienze, abbiamo ritrovato Bonansea e ci concentriamo su quello».

RAZZISMO – «Sinceramente non ha stupito. Spiace averlo appreso dai giornali. L’avremmo supportata di più se avessimo saputo e dispiace molto perché questi episodi non sono mai piacevoli da nessuna parte».

La coach bianconera, poi, è intervenuta anche ai microfoni di Sky Sport. Le sue parole.

VITTORIA«Dovevamo approfittarne perché il Milan perdendo questi tre punti ci ha dato possibilità di staccarci. Abbiamo fatto bene, soffrendo un po’ perché potevamo chiuderla prima. Per sfortuna e poco cinismo non siamo riuscite».

CINISMO «Quando ti si presentano tante occasioni, con una squadra così forte, non puoi rischiare di tenere aperta la partita».

CAMPIONATO CHIUSO «No assolutamente. Per esperienze precedenti, non è mai nulla di scontato. Dobbiamo tenere la guardia altissima, perché in un campionato lungo i punti puoi perderli facilmente. Dobbiamo affrontare ogni partita con umiltà: con 5 punti di vantaggio siamo soddisfatti ma non siamo sicuri».