Connettiti con noi

News

Chi è Albian Hajdari, nuovo acquisto della Juventus

Pubblicato

su

Hajdari Juve: chi è il nuovo difensore bianconero. Storia e caratteristiche tecniche del calciatore proveniente dal Basilea

La Juve ha ufficializzato il primo colpo dell’estate per il proprio settore giovanile. Dal Basilea arriva Albian Hajdari, difensore centrale classe 2003 di proprietà dei bianconeri, ma in prestito al club svizzero. L’accordo tra le due società, raggiunto nella passata estate nell’ambito dell’operazione Kaly Sene, prevedeva un prestito biennale: la Juventus, però, ha anticipato il suo ritorno a Torino, con Hajdari che nella prossima stagione vestirà la casacca della Primavera.

Hajdari Juve: storia e carriera del difensore

Hajdari nasce il 18 maggio del 2003 a Binninger, in Svizzera. È il Basilea il club nel quale cresce e compie il salto definitivo in prima squadra, compiendo la trafila nel settore giovanile fino ad arrivare alla consacrazione tra i big. Nella stagione 2019/20, da sotto età, colleziona 10 presenze col Basilea Under 18 nella Swiss Elite League, per un totale di 756′ disputati. Bottino nella categoria incrementato quest’anno (2 gettoni) ai quali vanno ad aggiungersi le apparizioni con i grandi. Proprio così, perché a soli 18 anni Hajdari è già stato impiegato cinque volte con il Basilea B, impegnato nella terza divisione, e ha trovato l’esordio in prima squadra. 8 presenze nella Super League svizzera, e ben 537′ disputati. Oltre al club, Albian si è reso protagonista anche nelle Nazionali giovanili della Svizzera: dall’Under 15 (2 presenze) all’Under 21 (1), passando per Under 16 (8 e 1 gol) e Under 17 (5).

Hajdari Juve: profilo e caratteristiche tecniche del classe 2003

Hajdari è un difensore molto duttile, che predilige agire nella porzione centrale del reparto. In situazioni di necessità, visto il suo piede mancino, è adattabile anche nel ruolo di terzino sinistro. Difesa a quattro o a tre non fa differenza: in entrambi gli abiti di gioco vestiti in questa stagione, il classe 2003 ha saputo adattarsi alle esigenze della squadra. Alto 189 cm, Hajdari fa della fisicità e della forza fisica due tra le armi principali insite nel suo curriculum. Caratteristiche a cui è in grado di abbinare anche una spiccata qualità in marcatura per leggere in anticipo l’azione e fermare con intelligenza gli attaccanti avversari.