Javorcic ammette: «Espulsione Alcibiade? Non sembrava un fallo da rosso»

© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Pro Patria Ivan Javorcic ha parlato al termine della partita vinta contro la Juventus U23

(Giovanni Albanese inviato al “Carlo Speroni” di Busto Arstizio) Ha parlato in zona mista Ivan Javorcic, allenatore della Pro Patria. Ecco le sue parole dopo il match contro la Juventus U23. LA CRONACA DEL MATCH

ESPULSIONE ALCIBIADE – «Dal campo è sempre difficile giudicare. Così al volo non sembrava un fallo cattivo, ma va ad interpretazione. A volte è positivo e altre negativo. Quello che conta è che abbiamo dimostrato di essere una squadra forte».

JUVENTUS – «La Juve mi piaceva anche prima di oggi. Ha molto talento, ha qualità e si sta abituando alle dinamiche di questa categoria. Può essere solo un percorso positivo per questi ragazzi. Mokulu alza il livello di qualità come finalizzazione e dà la fiducia alla squadra, perché sanno che davanti può fare male. La Juventus rimane sempre una squadra interessante. Ha la qualità per giocarsela contro qualsiasi avversario, può lottare per certi traguardi».

Queste invece le parole rilasciate a Rai Sport: «Grazie per i complimenti, sono solo uno dei protagonisti di questa partita, c’è da fare i complimenti ai ragazzi per una partita gagliarda e con cuore. Complimenti ai nostri ragazzi, noi facciamo la nostra strada per essere competitivi. L’abbiamo letta bene, abbiamo spinto quando dovevamo spingere, abbiamo trovato il gol grazie a una giocata di Le Noci, potevamo cercare di gestire l’uomo in più, ma sono cose che possiamo migliorare. L’ingresso di Pedone ci ha fatto bene, è stato molto bravo».