Juve, Pirlo promuove il duo Kulusevski-Morata: c’è un piano in vista dell’Inter

Iscriviti
© foto Morata e Kulusevski

Kulusevski sugli scudi nel match di Coppa Italia tra Juve e Genoa. Pirlo promuove l’intesa con Morata: le possibili mosse offensive del tecnico in vista del big match contro l’Inter

La Juventus, a fatica, conquista il pass per gli ottavi di Coppa Italia a spese del Genoa. Ci sono voluti i tempi supplementari per superare l’ostacolo rappresentato dai Grifoni, nonostante il doppio vantaggio iniziale e un primo tempo ad alti ritmi da parte della compagine bianconera. Juve frizzante nella prima parte, con un Kulusevski sugli scudi e che ha messo in difficoltà la difesa ospite insieme ad Alvaro Morata. L’uomo copertina alla fine è stato il baby Rafia, subito in gol all’esordio in prima squadra e decisivo al minuto 104′ dell’extra-time.

A parte il rilassamento complessivo nella ripresa e un’identità di squadra ancora imperfetta, la squadra di Pirlo soprattutto nei primi 45′ di gioco ha mostrato un buon calcio e delle ficcanti ripartenze, con Paleari costretto agli straordinari per tenere in vita il Genoa. Ha impressionato soprattutto Kulusevski, imprendibile per gli avversarsi per tutto l’arco della gara e che ha accusato inevitabilmente un po’ la fatica solo nei tempi supplementari. Lo svedese ex Parma si è piazzato tra le linee, in una posizione che ha dato molto fastidio agli uomini di Ballardini. Il classe 2000 ha estratto dal cilindro la prodezza del vantaggio dopo appena 2′, dimostrando freddezza anche davanti al portiere sull’imbeccata di Chiellini.

Che intesa: Pirlo applaude Kulusevski e Morata

Pirlo

Movimento continuo e strappi che hanno creato superiorità numerica e aperto gli spazi per Morata, anche lui molto mobile al rientro da titolare dopo l’infortunio che lo aveva costretto a saltare le ultime tre gare di campionato con Udinese, Milan e Sassuolo (dov’era entrato a 4′ dal termine). L’ex puntero dell’Atletico Madrid ha piazzato la stoccata vincente al 23′ sul servizio del solito Kulusevski, che di prima col piattone sinistro ha servito un assist al bacio per il collega di reparto. I due hanno dimostrato di sapersi trovare bene uno con l’altro e a beneficiarne (almeno nella prima parte di gara) è stata tutta la squadra.

Una prestazione che ha soddisfatto Andrea Pirlo a fine partita: «Hanno avuto un’ottima intesa. Nel primo tempo si sono cercati, hanno giocato vicini, creando occasioni per far male al portiere del Genoa. Si allenano insieme dall’inizio della stagione, sanno come trovarsi e lo hanno dimostrato», le parole in conferenza stampa del mister bianconero.

Juve, test scudetto contro l’Inter: le mosse in attacco di Pirlo

Pirlo promuove a pieni voti il duo Kulusevski-Morata, con il giovane talento svedese che con l’ingresso in campo di Cristiano Ronaldo si è spostato sulla fascia nel 4-2-4 con il quale la ‘Vecchia Signora’ ha concluso la partita. Il fuoriclasse portoghese tornerà sicuramente titolare nel big match di San Siro contro l’Inter, con Pirlo che potrebbe recuperare anche Chiesa per la sfida al cospetto dell’ex Conte. Kulusevski e Morata potrebbero così entrare in competizione tra di loro per una maglia al fianco di CR7, con il ritrovato spagnolo che al momento parte in leggero vantaggio sul collega. L’ex Parma ha comunque dimostrato di poter incidere ed essere un fattore giostrando in una posizione più centrale e vicino la porta, facendo valere fisico, tecnica e doti atletiche. Una soluzione che Pirlo sfrutterebbe a gara in corso, una freccia da estrarre dall’arco per far male all’Inter nei momenti decisivi del match.

Pirlo farà le sue valutazioni anche in considerazione del recupero di Chiesa e, se il numero 22 non dovesse essere in grado di reggere tutti i 90 minuti, non è da escludere il tridente Morata-Ronaldo-Kulusevski sia dal 1′ che soprattutto in corso d’opera nel match scudetto del ‘Meazza’. L’assenza di Dybala è pesante, ma la profondità di rosa dei bianconeri permetterà comunque a Pirlo di trovare delle soluzioni di alto spessore per far suo il Derby d’Italia e vincere la sfida in panchina con Conte. Intanto, Kulusevski e Morata fanno sorridere Pirlo e rendono meno pesante il ko di Dybala.

LEGGI ANCHE: Conferenza stampa Pirlo post Juve-Genoa: le parole dell’allenatore – VIDEO

Condividi