Juve Sassuolo: problemi nel pressing e Sandro isolato

juve lione alex sandro
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve sta faticando a pressare bene il Sassuolo, spesso Sandro e Cuadrado sono anche in inferiorità numerica. Analisi tattica

Per la Juventus si sta rivelando una partita più difficile del previsto, nonostante col gol di Bonucci pareva essersi messa in discesa. I bianconeri hanno faticato molto nei tempi della pressione, il 4213 del Sassuolo (con Magnanelli e Locatelli molto vicini tra di loro) ha palleggiato bene ed eluso l’aggressività avversaria. La Juve ha sofferto spesso nella prima pressione, con poca intensità in particolare delle punte. I neroverdi sono stati bravi ad allungare i bianconeri, e a farlo in tanti modo: degni di nota i movimenti a venire incontro di Caputo, che consentivano alla squadra di risalire.

Inoltre, il rombo ha il difetto di concedere qualcosa in ampiezza, non sono semplici gli scivolamenti laterali. Il Sassuolo ha fatto girare palla velocemente da un lato all’altro del campo, coi terzini della Juventus spesso in inferiorità numerica. Bravi i laterali neroverdi a sovrapporsi, con Cuadrado e Sando a volte troppo isolati. La Juve deve cambiare registro soprattutto in fase di non possesso, il gol preso su corner a favore non è casuale.

Condividi