Connettiti con noi

Hanno Detto

Lucchini: «Brighenti bestia nera. Difficile affrontare la Juventus U23»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Stefano Lucchini, allenatore della Pergolettese, ha parlato in conferenza stampa dopo il match con la Juventus U23

(Marco Baridon inviato allo Stadio Moccagatta di Alessandria) – In conferenza stampa, Stefano Lucchini ha parlato dopo Juventus U23 Pergolettese.

ANALISI – «Il gol è venuto da un episodio. Brighenti ha fatto due gol con noi, è una bestia nera. Siamo stati bravi a non disunirci, è stata una delle nostre migliori partite in trasferta, mettendo in difficoltà la Juventus che ha giocatori dalle grandi individualità e di grande prospettiva».

VERZENI – «Ha fatto un’ottima partita. È un ragazzo molto intelligente, sta lavorando con grande intensità e applicazione. Gli va dato merito di una prestazione importante: ha trattenuto la sua esuberanza, leggendo bene le situazioni e applicandosi alla fase difensiva».

MANCA QUALCOSA IN ATTACCO«Facciamo molto bene per 75 metri, gli ultimi 25 siamo qua da inizio stagione a dire che qualcosa ci manca. Fatichiamo a trovare quella stoccata vincente, quel tiro che si insacca. La palla arriva sporca vicino all’area. Ci stiamo lavorando dall’inizio, siamo ancora un cantiere aperto nonostante siano passate 20 giornate. Abbiamo 23 punti in classifica: ogni tanto ci lamentiamo ma siamo in linea con l’obiettivo di questa società che è il raggiungimento della salvezza. La strada intrapresa è quella corretta. Rimaniamo con i piedi per terra per raggiungere questo obiettivo».

25 METRI«Sono difficili per tutti sì. Poi ci sono dei momenti, attaccanti che ci sono dei mesi in cui in una palla buttata lì ci arrivano sempre. Ci è mancato quel momento: non abbiamo dato continuità in quei 25 metri. Dipende magari anche da quello».

VARAS«Io penso che sia lui e sia Zennaro siano mezz’ali di qualità e intelligenza. Sono bravi nei tempi di inserimento, nella gestione della palla, sanno quando aprirsi e quando stare dentro. Sono giocatori fondamentali per un allenatore».

DIFFICOLTA’ NELL’AFFRONTARE LA JUVENTUS «A parte l’imprevedibilità dei singoli giocatori, oggi gli mancava anche Soulé che a me piace tantissimo. Quando si gioca con giocatori a piede invertito è un bel vedere. La bravura del mister è di avere una squadra bella, organizzata, che sa giocare a calcio. E’ difficile affrontare squadre così».

MERCATO – «Qualcosa mi permetterò di dire. Darò la mia opinione su questa rosa: ciò che non è da toccare e ciò che è da cambiare. Sistemeremo alcune cose per migliorarle».

Advertisement
Advertisement

New Generation

Advertisement

TV BIANCONERA

Advertisement