Sarri: «Soddisfatto, ma potevamo chiuderla prima. Sul tridente…»

Iscriviti
sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, allenatore della Juve, ha parlato al termine del match di Marassi tra i bianconeri e la Sampdoria di Ranieri

Maurizio Sarri, allenatore della Juve, ha parlato ai microfoni di Sky al termine del match di Marassi tra bianconeri e Sampdoria. Il tecnico toscano ha commentato la prestazione dei suoi uomini.

PARTITA – «I gol sono stati due grandi gesti tecnici dei nostri due attaccanti. Bello il gol di Dybala, bellissimo quello di Ronaldo che è rimasto in aria per un tempo infinito. Abbiamo giocato bene nel primo tempo, nel secondo tempo un po’ più confusionari. Dispiace di non averla chiusa prima perché nel finale con le mischie rischi. Ma sono soddisfatto della prestazione della squadra».

TRIDENTE – «Stanno giocando continuamente e potevano essere stanchi. Nel secondo tempo ci siamo allungati un po’. Concedendo più spazi il predominio di palleggio non era più quello di prima. In questo momento abbiamo Ramsey e Douglas Costa che stanno cercando di recuperare la condizione. In questo momento possono giocare solo degli spezzoni. Ci saranno delle partite in cui non giocheranno tutti e tre. Ha fatto bene nel primo tempo poi si è spento. Ma in questo momento sta giocando sempre».

HDR – «L’aspetto primario è la loro condizione fisica. Se non sono al massimo non possono giocare insieme. Nella condizione attuale si può valutare in base all’aversario. Ora stanno bene tutti e tre».

RABIOT – «Sta venendo fuori. È stato out per diverso tempo per un infortunio. In queste tre partite è andato in crescendo, non ha ancora espresso tutto. Sta crescendo sia in campo sia nell’integrazione fuori dal campo. Ha un potenziale superiore a quello».

DEMIRAL – «Ha grande energia addosso. Un’energia positiva che trasmente anche ai compagni e che va sfruttata. È uno che sprizza energia e trascina in allenamento. Lo sta portando anche in partita e quindi in questo momento rimane dentro. È in piena fiducia e nel pieno delle energie».

TRAGUARDO 100 VITTORIE – «Siamo sempre collegati alle squadre che alleniamo, io ho allenato squadra con percentuali di vittoria molto ale. Fossi rimasto ad Empoli ci avrei messo più tempo». 

Condividi