Verso Atalanta-Juventus Primavera: una sfida che profuma di mercato

© foto www.imagephotoagency.it

Juventus Primavera impegnata oggi in campionato alle 14.30 in un match proibitivo contro l’Atalanta. Tra campo e mercato: ecco tutti gli spunti del match

Se non è missione impossibile, poco ci manca. La Juventus di Dal Canto sarà impegnata quest’oggi contro la capolista Atalanta nell’anticipo della prima giornata di ritorno del campionato Primavera. La trasferta di Azzano San Paolo (calcio d’inizio alle 14:30 con diretta tv su Sportitalia) dirà molto sulle ambizioni di Olivieri e compagni che vengono da un clamoroso filotto di 7 risultati utili consecutivi. I giovani bianconeri dovranno fare però a meno del talento di Marko Pjaca, impiegato in pianta stabile nelle ultime uscite da Dal Canto, ma ormai volato in prestito allo Schalke 04. Ecco l’undici che dovrebbe schierare il tecnico di Castelfranco, orfano degli indisponibili Kameraj e Nicolussi Caviglia.

JUVENTUS (3-5-2): Loria; Delli Carri, Vogliacco, Zanadrea; Meneghini, Muratore, Caligara, Di Pardo, Tripaldelli; Montaperto, Olivieri. All. Dal Canto.

strong>ATALANTA-JUVE – Ma la sfida contro gli orobici non si giocherà tutta sul terreno di gioco. Ci saranno di mezzo, neanche a dirlo, le fitte dinamiche del calciomercato. Perché il vivaio dell’Atalanta, tocca ammetterlo, è il migliore del Bel Paese e quindi, inevitabilmente, tenuto sott’occhio da Madama. Molti dei giovani atalantini sbocciati nella cantera della Dea, e ora saldamente in prima squadra, sono gioielli di cui la Juventus vorrebbe, dichiaratamente, fare refurtiva. L’asse di mercato Torino-Bergamo è uno dei più proficui del nostro calcio tra prestiti, riscatti e chi più ha più ne metta.

DA CALDARA A ORSOLINI – Il primo nome che sovviene, in tal senso, è proprio quello di Mattia Caldara, il roccioso centrale cresciuto a Bergamo e acquistato mesi fa dalla Vecchia Signora per “soli” 15 milioni di euro. Il difensore goleador dell’Atalanta in estate diventerà a tutti gli effetti bianconero così come il figliol prodigo Leonardo Spinazzola. Il laterale mancino, dopo il fallimentare tentativo estivo, potrà vestire la maglia della squadra che ne detiene il cartellino e che sogna da sempre. Capitolo a parte merita la questione legata a Riccardo Orsolini. Il saettante esterno ex Ascoli, anch’esso di proprietà della Dea, non sta trovando spazio coi nerazzurri. Per lui nei prossimi giorni potrebbero aprirsi le strade di un prestito in un’altra compagine di Serie A. Infine ecco Bryan Cristante, che bianconero non lo è ma potrebbe presto diventarlo.

Articolo precedente
Nazionale Under 17, tre bianconeri tra i convocati
Prossimo articolo
marchisioMarchisio e Sturaro, sotto il sole delle Maldive con un ex Juve – FOTO