Connettiti con noi

Hanno Detto

Zauli: «Con la Feralpisalò servirà tecnica. Barrenechea? Ha qualità»

Pubblicato

su

Zauli, allenatore della Juventus U23, ha presentato la sfida che i bianconeri affronteranno contro la Feralpisalò

Zauli ha parlato ai microfoni di JTV per presentare Juventus U23 Feralpisalò in programma domani.

PRO VERCELLI – «La sconfitta di Pro Vercelli è stata una partita dopo un mese di sosta, abbiamo preso due gol nei primi 7 minuti e hanno caratterizzato un po’ tutta la partita e il risultato. Abbiamo fatto cose buone, ci concentriamo sugli errori fatti per cercare di non farli già nell’allenamento dopo e quindi di conseguenza in partita e di continuare in noi stessi per fare buone partite. Siamo consapevoli che per fare punti nel girone di ritorno servono partite molto concentrate, con pochi errori tecnici e con qualità per mettere in difficoltà gli avversari».

FERALPISALO’ – «Sarà una partita difficile perché troveremo una squadra che lotta ai vertici con tanti giocatori bravi per la categoria. Sarà un ottimo test per vedere come squadra la reagirà. Sono anni che gioca tra le prime, ha un allenatore esperto, giocatori esperti di categoria che hanno giocato sempre in questo campionato per il vertice e vincerlo. Hanno qualità fisiche, tecniche e di esperienza. Noi dovremo mettere la nostra esuberanza, la voglia di stupire, la nostra qualità tecnica e – quello che gli ho detto dopo la partita di Vercelli – commettere meno errori sotto tutti i punti di vista perché le squadre forti capitalizzano ogni piccolo errore. Dovremo essere molto molto bravi».

MESSAGGIO AI RAGAZZI – «Non posso chiedere l’esperienza a tanti di questi ragazzi, però la voglia di migliorarsi partita dopo partiata sì. Non vogliamo ripetere gli errori fatti a Vercelli domani. Questo è il massimo della nostra crescita per poter arrivare negli ultimi due mesi finali per giocarsi il campionato e le posizioni importanti».

BARRENECHEA – «Enzo è un ragazzo su cui la Juventus ha puntato molto facendo un ottimo investimento. Già ha dimostrato l’anno scorso in Primavera di essere un protagonista assoluto. Ha tecnica, fisicità. Purtroppo a fine campionato gli è capitato questo brutto infortunio al ginocchio e si sta riprendendo. Ha fatto dei mesi importanti per rientrare. Sta rientrando con noi in maniera molto graduale, ci vorranno delle settimane. Ha già dimostrato qualità. Adesso c’è l’incognita del dopo infortunio, però mi ha subito dato un’ottima sensazione: non ha paura, è già molto coordinato, ha forza sulle gambe. E’ solo questione di tempo, lo aspettiamo volentieri».

AIUTO DI TUTTI – «Sono tanti ragazzi molto giovani che vogliono tutto e subito. Io cerco sempre di dirgli che l’importante è allenarsi sempre bene per conquistarsi stima dello staff, dei compagni e della società. Abbiamo tante partite e il mio compito è portare tutti i giocatori della rosa al massimo livello. Le partite ravvicinate spero mi permetteranno di fare questo».