Beruatto, nuova veste con la Juventus U23: l’esperimento di Pecchia con l’Alessandria

© foto www.imagephotoagency.it

Beruatto Juventus U23: nuova veste per il terzino bianconero, con l’esperimento di Fabio Pecchia contro l’Alessandria

La Juventus U23 ha compiuto uno scacco matto importante allo stadio ‘Moccagatta’, superando l’Alessandria nel secondo turno eliminatorio di Coppa Italia Serie C e staccando il pass per gli ottavi di finale. Una prestazione che ha evidenziato un altro step nel percorso di crescita della squadra bianconera: unita, compatta, focalizzata nell’obiettivo di portare a casa l’intera posta in palio con spirito di sacrificio e generosità. Complici alcune assenze per problemi fisici contro la formazione alessandrina, il tecnico Fabio Pecchia ha dovuto rivisitare lo scacchiere tattico della sua squadra per l’impegno di Coppa. Tra le novità sperimentate dall’ex allenatore del Verona, un nuovo abito tattico per Pietro Beruatto, schierato in posizione più avanzata nell’undici juventino.

Beruatto Juventus U23: nuova posizione in campo contro l’Alessandria

Da terzino sinistro ad esterno il passo è breve. Qualche metro in avanti, stessa corsia di competenza, ma la percezione di campo è totalmente diversa. Per chi è abituato a partire dal basso e sovrapporsi in avanti, i compiti di gioco lasciano posto a mansioni più offensive, focalizzate maggiormente sulla finalizzazione e sull’impronta decisiva in zona gol. Nel vestito esibito in campo da Pecchia, Beruatto ha incarnato il ruolo di ala sinistra, formando una corsia mancina inedita con Frabotta alle sue spalle.

45′ conditi da alcuni spunti interessanti in zona offensiva, culminati da una conclusione velenosa respinta in extremis dalla difesa dell’Alessandria. Un cartellino giallo, forse, ha convinto Pecchia alla sostituzione a fine primo tempo per evitare spiacevoli sorprese nella ripresa in una partita molto infuocata. I meccanismi di gioco della Juve hanno permesso a Beruatto di entrare costantemente nel vivo delle azioni, con una manovra sviluppata a sinistra con costanza. Un’altra piccola tappa nel percorso di maturazione del calciatore che, utilizzato in una posizione differente rispetto all’abituale, ha fornito risposte positive a Fabio Pecchia. «Rivederlo in posizione avanzata? Perché no… Mi è piaciuto molto il ragazzo, mi è piaciuta la sua prestazione. Beruatto ha grandi qualità tecniche che tante volte non mostra. Era in una posizione inedita ma mi è piaciuta l’intraprendenza che ha mostrato e che gli ha permesso di mettere a disposizione anche la sua fisicità e la sua qualità» ha sentenziato Pecchia nella conferenza stampa post partita dopo l’incontro con l’Alessandria.