Connettiti con noi

Juventus U23

Juve, la svolta con i giovani di Allegri: presente e futuro passano da loro

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Da De Ligt a Kulusevski fino ai talenti dell’Under 23: Allegri cerca la svolta della sua Juve nei giovani a sua disposizione

La Juve vista contro la Salernitana è stata una delle più giovani scese in campo nell’ultimo periodo. Da De Ligt a Pellegrini, da Locatelli a Kulusevski passando per Bentancur e Kean, erano ben 6 su 11 gli Under 24 schierati titolari da Allegri nella delicata trasferta. Una scelta obbligata, da un lato, dagli infortuni e dall’altra dal desiderio di provare a dare una svolta alla squadra sfruttando proprio la freschezza della gioventù bianconera.

Il percorso in campo era già cominciato con Pirlo l’anno scorso. L’ex allenatore della Juve, infatti, quasi a sorpresa fin da subito diede spazio ai vari Frabotta, Dragusin, Fagioli e Kulusevski in Prima Squadra. Poi, con il proseguire della stagione e degli impegni, ha fatto debuttare anche giovani provenienti dall’Under 23 come Di Pardo, Wesley, Felix Correia e Da Graca, ricevendo buone risposte. Caso emblematico, in questo senso, è stato il gol decisivo del 3-2 messo a segno proprio dall’Under 23 Rafia in Coppa Italia al Genoa.

«A Salerno è stata una bella partita con tanti Under 23 in campo a testimonianza del bel lavoro della società» Allegri contro la Salernitana ha concesso la gioia della prima volta all’astro del futuro Soulé e oggi, in conferenza stampa, ha confermato che contro il Genoa ripartiranno dall’inizio Pellegrini e Kulusevski. Se Kean è in lizza con Morata per una maglia da titolare, De Ligt e Locatelli sono tra i pochi ad avere il posto fisso, mentre Bentancur può sfruttare un’altra occasione per mostrare dei miglioramenti al posto dell’infortunato McKennie (23 anni). Senza dimenticare che tra i giovani (anche se per quello che fa in campo sembra un veterano) c’è da annoverare anche il 24enne Chiesa (ora ko). Tutti devono dare qualcosa in più per fare il salto di qualità, ma la base è molto buona.

La Juve ha un ottimo bacino di gioventù bianconera da cui attingere per tentare di dare una svolta decisiva alla stagione attuale e per aprire un prossimo ciclo vicente. Fondamentale sarà l’apporto dei senatori bianconeri come Bonucci e Chiellini, oltre al lavoro quotidiano di Allegri che quasi ogni settimana fa allenare diversi Under 23 con la sua squadr- In tempi di crisi economica come questo, i giovani bianconeri possono fare davvero la differenza anche in ottica mercato. E chissà che la Juve non possa avere già in casa il fuoriclasse del domani…