Connettiti con noi

News

Ultimissime Juve 8 novembre: pari contro la Lazio, distorsione per Ronaldo

Pubblicato

su

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Ultima ora del giorno 8 novembre 2020

Ultimissime Juve, le notizie del giorno: 8 novembre 2020

Juric: «La Juve non vincerà come gli anni passati. Non è una passeggiata»

Ore 23.30 – Alla vigilia del Milan, Ivan Juric aveva “escluso” la Juve dalla lotta scudetto. Nel post gara, a Sky Sport, il tecnico ha confermato le sue parole.

«Penso che non vincerà come ha vinto gli anni passati. Per me ci sono Milan, Inter e Roma. Poi ci sono il Napoli e la Juve, che non vedo dominante come gli anni passati. Guardando il Milan, è fantastico come giocatori. Hanno gamba, gioventù, forza… Mi sono piaciuti molto. Non sarà una passeggiata per la Juve, sarà un campionato molto interessante rispetto agli anni passati».

Del Piero “punzecchia”: «Quando giocavo io, non si chiamava ancora “Giuve”»

Ore 22.00 – Commentando la pronuncia di Cristiano Ronaldo della parola “Juve”, che chiama il suo club “Giuve”, Alex Del Piero ha scherzato a Che Tempo Che Fa.

JUVE – «Questo post di Ronaldo è diventato virale, ha fatto il giro del mondo. Penso che oggi diremo “Giuve” e non “Juve”. Io ho giocato nella Juve, non nella “Giuve”. Si chiamava ancora così».

Juve-Napoli, domani il ricorso. Grassani: «Siamo ottimisti»

Ore 20.00 – Il legale del NapoliMattia Grassani, è intervenuto ai microfoni di Rai Sport nel corso di 90° minuto per parlare del ricorso per Juve-Napoli la cui udienza è attesa domani alle 15.30.

«Noi riteniamo che domani la Corte d’Appello possa ristabilire l’equità che si basa sul principio che il diritto alla salute non può essere miscelato con protocolli della Federazione. C’è un motivato ottimismo e fiducia per domani. Ci rendiamo conto come il ruolo delle Asl sia assolutamente centrale. Il Napoli non può essere penalizzato per aver osservato un provvedimento proveniente dall’autorità della #sanità nazionale».

Bonucci a Juventus TV: «Ho rivisto la squadra che piace ai tifosi»

Ore 19.00 – Leonardo Bonucci ha parlato a Juventus TV dopo il pareggio con la Lazio.

PARTITA – «Oggi per 93 minuti e 45 secondi ho rivisto la vera Juve, quella a cui fai fatica a fare gol, quella che vuole portare a casa il risultato, che crea occasioni, che palleggia, che si muove in armonia da squadra. Quegli ultimi 15 secondi abbiamo fatto tutto il contrario. Abbiamo sbagliato in tanti, facendo arrivare Correa dentro l’area, facendo girare Caicedo che ha fatto un grande gol, ma che avrei potuto contrastare più veementemente. Per diventare una grande squadra questi schiaffi ci devono dare la rabbia che ci permette di portare a casa certe partite. È veramente un peccato quello che è successo oggi. Un squadra come la Lazio che crea sempre 4-5 palle gol non si era mai avvicinata alla porta. Da lì dobbiamo ripartire e capire che per arrivare a vincere coppe e scudetti bisogna restare dal primo secondo all’ultimo».

Dybala non va in Nazionale con l’Argentina: la motivazione ufficiale

Ore 17.00 – Paulo Dybala non risponderà alla convocazione del ct Scaloni per gli imminenti impegni della Nazionale argentina.

Questa la motivazione addotta da una nota ufficiale della Federazione argentina: «problemi genito-urinari che necessitano di un periodo di pausa e accertamenti». Il giocatore argentino potrà pertanto rimanere a Torino, per ritrovare la migliore condizione ancora latitante.

Ronaldo sostituito in Lazio-Juve: distorsione alla caviglia

Ore 16.30 – È quasi una rarità vedere uscire dal campo Cristiano Ronaldo per essere sostituto. Contro la Lazio il portoghese ha lasciato il campo al 76′. La causa? Una piccola distorsione alla caviglia sinistra, come testimoniato dal ghiaccio poggiato proprio sulla parte infortunata. Queste le parole di Pirlo nel post gara: «Ha preso una distorsione e un colpo, non era in grado di continuare».

Al suo posto è entrato Paulo Dybala. Proprio come la sostituzione avvenuta nel novembre del 2019 nella gara dello Stadium contro il Milan.

Lazio-Juve 1-1: Ronaldo non basta, pareggio in extremis di Caicedo

Ore 16.00 – Dopo la vittoria europea contro il Ferencvaros, la Juve ha pareggiato per 1-1 contro la Lazio. Non è bastato il gol di Ronaldo al 15′, con Caicedo che ha pareggiato i conti all’ultimo istante di partita.

Caos tamponi Lazio: i biancocelesti rischiano anche la retrocessione

Ore 08.40La Gazzetta dello Sport riporta i rischi per la società biancoceleste: si va dalla semplice ammenda alla penalizzazione. Ma c’è uno scenario che contempla anche la retrocessione della Lazio.

Bonucci fa 400 con la Juve: il traguardo contro la Lazio

Ore 08.20 – Leonardo Bonucci è una colonna della Juventus: il suo modo di stare in campo è essenziale per ogni allenatore che si è avvicendato sulla panchina bianconera, da Conte a Pirlo. Oggi il numero 19 taglia un traguardo davvero prestigioso: 400 presenze con la maglia della Juventus, entrando ancora di più nell’Olimpo dei calciatori che hanno vestito la maglia bianconera.

Probabili formazioni Lazio-Juve: le possibili scelte di Pirlo

Ore 08.00 – La Juventus scende in campo oggi alle 12.30 all’Olimpico. Andrea Pirlo è orientato a schierare una formazione che ricalca le precedenti:

Juve (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Demiral, Bonucci, Danilo; Mckennie, Arthur, Rabiot, Kulusevski; Ronaldo, Morata. All. Pirlo

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: prime pagine quotidiani sportivi – 8 novembre 2020