Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Juventus, in otto bloccano il mercato. Il punto caso per caso e cosa ci si deve aspettare

Pubblicato

su

Juventus, otto giocatori bloccano il mercato: la situazione caso per caso e cosa bisogna aspettarsi in questi mesi

Calciomercato Juve in stand-by (o quasi). Mentre per Paul Pogba è ormai tutto definito, restano da incastrare le altre tessere del domino che possano poi dare il via agli acquisti dell’estate. Sono diverse, infatti, le situazioni che al momento “bloccano” il mercato della Vecchia Signora.

Matthijs de Ligt

Quello che sembrava essere un rinnovo ormai assodato, col passare delle settimane è diventato sempre più incerto. A cominciare già dalle parole dello stesso De Ligt dal ritiro dell’Olanda: «Le trattative ci sono, ma non è che io abbia già un accordo come è stato scritto. Questo non è vero. I negoziati ci sono, ma sono a un livello iniziale. Ho ancora un contratto di due anni, quindi ho ancora abbastanza tempo». Il prossimo incontro con la rappresentante Rafaela Pimenta aggiornerà la situazione: si cerca il prolungamento dell’accordo per una/due stagioni con conseguente abbassamento della clausola rescissoria, fissata al momento a 120 milioni di euro. Le big d’Europa, intanto, osservano a distanza: Chelsea, Barcellona, Psg e Manchester City su tutte…

Alex Sandro

In questo caso invece, quello che sembrava un addio certo a fine stagione sembra andare ora nella direzione di una permanenza. Alex Sandro, infatti, dovrebbe rimanere alla Juve anche l’anno prossimo, onorando così il suo ultimo anno di contratto. L’ingaggio da 6 milioni di euro a stagione lo rende poco accessibile anche in ottica mercato: così, le valutazioni del club dovrebbe portare ad una separazione da Luca Pellegrini, che ha mercato in Italia e in Inghilterra.

Arthur

A centrocampo il nome di Arthur è certamente tra i “sacrificabili”. Spagna o Inghilterra le destinazioni più probabili, anche se al momento nessuna squadra ha ancora affondato il colpo per l’ex Barcellona. Vuoi per motivi d’ingaggio (5 milioni) o per alcune valutazioni sulla condizione fisica del centrocampista, ma resta anche da trovare un’intesa con la Juventus, che solamente due estati fa lo ha pagato 72 milioni di euro nell’ambito dello scambio con Pjanic e non vuole generare troppa minusvalenza dalla cessione del classe ’96. Dal suo eventuale addio passano le strategie future a centrocampo: oltre a Pogba, con la partenza di Arthur, la Juve andrebbe a completare il reparto con l’aggiunta di un altro centrocampista.

Adrien Rabiot

Il contratto di Rabiot è in scadenza il 30 giugno 2023 e per ora non si è ancora parlato di rinnovo. Juve di fronte ad un bivio: iniziare le trattative per il prolungamento del centrocampista per non perderlo a parametro zero la prossima estate oppure pensare ad una cessione immediata. Serve un’offerta congrua, all’altezza, per far sedere la Juventus al tavolo: e attualmente non c’è. Psg, Manchester United, Chelsea sono rumors, l’ingaggio da 7 milioni non ‘invoglia’ le pretendenti.

Aaron Ramsey

Il gallese tornerà alla Juve in estate, visto che i Glasgow Rangers non eserciteranno il diritto di riscatto dopo i sei mesi deludenti in Scozia. Ma a Torino sarà solamente di passaggio. La dirigenza bianconera parlerà con il suo entourage per definire prima possibile il suo futuro. Si prospettano tre strade: risoluzione anticipata del contratto (che scade nel 2023), vendita a basso costo oppure un nuovo prestito. C’è da lavorare.

Alvaro Morata

Questa è la situazione più intricata. La Juve non è disposta a versare i 35 milioni di euro per il riscatto dall’Atletico Madrid (domani scade questa opzione). I colloqui tra i due club proseguono, con Morata che vuole restare a Torino. I Colchoneros per adesso congelano la posizione dell’attaccante: potrebbero venderlo o trattenerlo. In assenza di offerte, il dialogo con la Juventus potrebbe riaprirsi più avanti. Ma i tempi, in questo caso, appaiono lunghi.

Moise Kean

L’attaccante chiede maggiore spazio dopo una stagione alquanto deludente. L’accordo pattuito la scorsa estate con l’Everton prevede un prestito fino al 2023 con conseguente obbligo di riscatto: i bianconeri potrebbero invece decidere di anticipare a quest’estate il riscatto del classe 2000 per poi rimetterlo sul mercato. A patto, però, che si presenti l’offerta giusta.

Angel Di Maria

Countdown per la decisione finale di Angel Di Maria, che dopo l’addio a scadenza di contratto dal Psg si è preso del tempo per capire in quale squadra giocare l’anno prossimo. La Juve c’è, ha formulato la sua proposta al Fideo: due anni di contratto (per beneficiare del Decreto Crescita), che si scontra con la volontà dell’argentino di firmare per un solo anno per poi tornare al Rosario Central l’anno prossimo. Da qui i primi scricchiolii, con Barcellona e Benfica sullo sfondo e pronte a intervenire. I bianconeri, per questo motivo, sono in attesa: valutate già le possibili alternative, con Berardi, Kostic, Mudryk e Neres da tenere in considerazione.

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.