Tongya Aké, operazione Juve Marsiglia: chi fa l’affare? Cosa dicono i numeri

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Tongya Aké, operazione Juve Marsiglia: chi fa l’affare? Cosa dicono i numeri sulla trattativa tra le due squadre

Juve e Marsiglia hanno portato a termine un’importante operazione, con due giovani pronti a compiere il percorso inverso nelle prossime ore. I bianconeri hanno messo le mani su Marley Aké, esterno classe 2001 provenienti dal club francese, con Franco Tongya che prenderà la via verso la Francia. Il fantasista classe 2002 diventerà un giocatore dell’OM, compiendo un passo importante per la sua carriera.

Uno scambio che ricalca le orme di quello vistosi quest’estate, quando dalla Primavera la Juve cedeva Pablo Moreno al Manchester City, in cambio di Felix Correia, ora punto fermo della Juventus U23. Sarà un affare anche questa operazione? A parlare sono i numeri, le statistiche relative ai due calciatori: dal settore giovanile fino ad arrivare alle loro esperienze tra i professionisti. Ecco in che modo Aké e Tongya hanno inciso durante le loro rispettive avventure al Marsiglia e alla Juve.

Aké Juve: i numeri del classe 2001 al Marsiglia

Prima di trasferirsi al Marsiglia, Aké è cresciuto in tre settori giovanili, che hanno affinato le sue qualità e gli hanno permesso di arrivare pronto all’appuntamento con una big. RCO Agathois dai 6 agli 11 anni, Montpellier dagli 11 ai 14 e Beziers fino a 17 anni, prima della chiamata dell’Olympique. ll classe 2001 ha vissuto una stagione importante con la squadra B nel 2018/2019, con 30 presenze totali condite da 7 gol e 3 assist, per un totale di 1749′ disputati.

Nel 2019/2020, invece, Aké si è reso protagonista di un doppio percorso, suddiviso tra Ligue 1 e Marsiglia B. Con la Seconda squadra ha segnato in tutte le partite disputate: 7 su 7, con un assist a completare i dati. La prima squadra, invece, è servita a fargli assaggiare per la prima volta il campionato francese: 9 presenze (90′ totali) e 3 in Coup de France. Quest’anno, invece, l’esterno ha convinto Villas-Boas, che lo ha schierato 9 volte in Ligue 1 e 4 in Champions League. Tanta esperienza già tra i professionisti e in prima squadra per il classe 2001, ma pochi gettoni nelle Nazionali giovanili: solo 1 con l’Under 19 francese.

Tongya Juve: i numeri del classe 2002 in bianconero isole salomone italia

A differenza di Aké, Tongya ha collezionato meno presenze tra i professionisti: 10 per l’esattezza quest’anno in Serie C, con la Juventus U23, per un totale di 466′ disputati. Bilancio più felice, certamente, nel settore giovanile, dove il classe 2002 è sempre stato un punto fermo di ogni categoria. Dal Brandizzo da cui è arrivato giovanissimo, Tongya ha scalato le gerarchie fino al palcoscenico dell’Under 17, dove ha messo a referto nella stagione 2017/18 8 presenze e 1 rete da sotto età. La stagione successiva, 2018/19, è stata caratterizzata da un percorso parallelo tra Under 17 e Primavera: con i pari età ha collezionato 15 apparizioni, impreziosite da 5 reti e 2 assist, mentre con l’Under 19 ha tagliato il traguardo dei due gettoni da sotto età.

L’annata 2019/20, con Lamberto Zauli sulla panchina della Primavera, è stata quella della sua consacrazione nel settore giovanile della Juventus. 19 presenze in campionato, 1 gol e 3 assist, mentre in Youth League ha segnato un gol in 5 partite, nel 3-1 degli ottavi di finale contro il Real Madrid. Completano le statistiche della sua stagione scorsa, le 4 apparizioni e 1 gol in Coppa Italia. Con le lancette del tempo che arrivano alla stagione attuale, oltre alla già citata Serie C, Tongya è sceso in campo in due occasioni con la Primavera, fornendo un assist.

Oltre al club, il fantasista ha svolto tutta la trafila nelle Nazionali giovanili dell’Italia. Dall’Under 16 (13 presenze e 1 gol) all’Under 17 (22 presenze e 7 gol), dall’Under 18 (9 presenze e 2 gol) all’Under 19 (2 presenze). Ecco, con la maglia azzurra Tongya ha espresso appieno il suo potenziale.

LEGGI ANCHE: Chi è Christopher Lungoyi, nuovo acquisto della Juventus

Condividi